La Regione Sardegna ha approvato l’Avviso pubblico per l’attivazione di progetti di tirocinio 2017.

 Beneficiari

Ai fini dell’attivazione dei tirocini di cui all’Avviso è necessaria la collaborazione dei tre soggetti di seguito definiti:

  • il Soggetto Promotore è l’Agenzia sarda per le politiche attive del lavoro – ASPAL
  • il Soggetto Ospitante costituito in una delle forme giuridiche disciplinate dal diritto privato e indicate in Appendice all’Avviso
  • il Tirocinante, destinatario della politica attiva.

Iniziative ammissibili

L’Avviso è finalizzato all’attivazione di tirocini di inserimento e/o reinserimento al lavoro, quali:

  • Tipologia A: progetti di tirocinio cofinanziati con le risorse del PON IOG “Iniziativa Occupazione Giovani” – Misura 5A “Tirocinio extracurriculare” – Programma Garanzia Giovani, e del D.L. 76/2013 convertito con la L. 99 del 9 agosto 2013 rivolti a giovani NEET di età compresa tra i 18 e i 29 anni compiuti.
  • Tipologia B: progetti di tirocinio cofinanziati con le risorse del POR FSE 2014-2020 – Asse 1 – 8.5.1, rivolti a inattivi, inoccupati, disoccupati ai sensi del D.Lgs. 150/2015 che abbiano compiuto 30 anni e domiciliati in Sardegna alla data di presentazione della domanda. In relazione al target identificato per la tipologia B, l’avviso prevede che almeno il 38% delle risorse sia assegnato alle donne.

In entrambi i casi i progetti di tirocinio sono inseriti in un più ampio percorso di orientamento, attraverso la stipula da parte dei destinatari di un Patto di Servizio Personalizzato (PSP) presso i Centri per l’Impiego della Sardegna, nel quale il tirocinio viene individuato come la misura più adeguata per incrementare la loro occupabilità e favorirne l’ingresso nel mondo del lavoro.

L’intervento oggetto dell’Avviso è attuato conformemente a quanto disposto dalla Raccomandazione del Consiglio Europeo del 10.03.2014 che definisce il tirocinio come “un periodo di pratica lavorativa di durata limitata, con una componente di apprendimento e formazione, il cui obiettivo è l’acquisizione di un’esperienza pratica e professionale finalizzata a migliorare l’occupabilità e facilitare la transizione verso un’occupazione regolare”.

Per quanto non previsto nell’Avviso, i progetti di tirocinio sono regolamentati dalla L.R. 9/2016, dalle disposizioni contenute nella DGR 44/11 del 23 ottobre 2013, dal Regolamento provvisorio approvato con Det. Dir.534/ASPAL del 03.05.2017.

Il tirocinio non costituisce rapporto di lavoro, ma è una esperienza pratica in affiancamento ad un tutor all’interno di un luogo di lavoro che consente il contatto diretto con il mondo del lavoro, e offre un’opportunità per i tirocinanti di acquisire competenze e conoscenze specifiche, tecniche, relazionali e trasversali tali da agevolare le scelte professionali e favorire l’ingresso o il reingresso nel mercato del lavoro.

I progetti di tirocinio attivabili con l’Avviso sono cofinanziati dai Soggetti Ospitanti e hanno le seguenti caratteristiche:

  1. hanno una durata di 6 mesi, non sono ammesse proroghe o richieste di attivazione per tirocini di durata inferiore o superiore;
  2. iniziano il 1° lunedì del mese successivo a quello di approvazione del tirocinio terminano l’ultima domenica del 6° mese;
  3. l’orario delle attività si articola in 30 ore settimanali, con almeno una giornata di riposo settimanale;
  4. il soggetto ospitante e il tirocinante possono, in qualunque momento e per qualsiasi motivo, interrompere il tirocinio – di comune accordo o anche unilateralmente – prima della data di fine tirocinio prevista nel progetto di tirocinio approvato.

Contributi

Il tirocinio, in quanto non costituisce un rapporto di lavoro, non prevede alcuna forma di retribuzione.

Ad ogni tirocinante, per il quale viene attivato un progetto di tirocinio a valere sull’Avviso, viene garantita una indennità mensile lorda di € 450,00 per 6 mesi di tirocinio, pari a complessivi € 2.700,00, così ripartita:

  • 300,00 €/mese a carico del cofinanziamento pubblico;
  • 150,00 €/mese a carico del soggetto ospitante a titolo di cofinanziamento privato per entrambe le tipologie A e B.

Al soggetto ospitante è data facoltà di integrare l’indennità con ulteriori risorse proprie. Tale scelta dovrà essere indicata nel progetto di tirocinio e dovrà seguire le modalità di erogazione previste per il cofinanziamento privato.

Procedure e termini

L’intera gestione dello strumento del tirocinio attivato con l’Avviso è effettuata esclusivamente attraverso il portale www.sardegnalavoro.it. Ai fini dell’attivazione di un tirocinio, il Soggetto Ospitante e l’aspirante tirocinante dovranno attivarsi autonomamente per favorire l’incrocio domanda/offerta. A valere sull’Avviso, il tirocinante potrà attivare un solo tirocinio su una delle due linee.

La richiesta di attivazione dei tirocini di cui all’Avviso segue una procedura a sportello che sarà attiva sino ad esaurimento delle risorse finanziarie destinate.

Il soggetto ospitante e il tirocinante possono presentare richiesta di attivazione di tirocinio a valere sull’Avviso a partire dal mese di Luglio 2017 accedendo alla sezione dedicata sul portale www.sardegnalavoro.it.

Riferimenti normativi

Share This